4A16 Tutore braccio – avambraccio – polso – mano libero al polso e alle dita e a correzione dinamica progressiva del gomito

Indicazioni

E’ indicato nei casi di emiplegia spastica in cui è necessario contrastare la flessione del gomito favorendo contestualmente il grasping della mano, la funzione di presa e la pronosupinazione attiva.

Caratteristiche tecniche

L’ortesi viene realizzata su calco in gesso negativo-positivo eseguito segmentalmente partendo dalla mano fino ad includere il braccio. Dapprima si prona l’avambraccio e si flettono le articolazioni di gomito, di polso e le metacarpo-falangee in modo da poter realizzare il calco delle dita in posizione estesa con il pollice in abduzione parziale così da evidenziare l’arco palmare. Successivamente, si esegue il calco del polso in flessione, quindi si corregge l’avambraccio in posizione di massima supinazione mantenendo il gomito flesso e si prosegue nel rilevamento dell’impronta gessata fino all’ascella.
Il positivo ottenuto viene opportunamente stilizzato. Si applica un’imbottitura interna in plastazote dello spessore di 4 mm che rende l’ortesi più confortevole.
Si procede alla termoformatura in materiale plastico di opportuno spessore e alla preparazione delle valve volari su cui andranno montate le aste e le articolazioni.
L’articolarità fra la valva che contiene le dita e quella che contiene il resto della mano, incluso il pollice, è garantita da un piastrina di acciaio armonico.
L’articolazione di polso normalmente viene lasciata libera o bloccata a diversi gradi di flesso-estensione.
L’articolazione al gomito è costituita medialmente da un’articolazione libera e lateralmente ha un modulo di potenza che, grazie ad una molla a spirale, consente di dare una risposta elastica in opposizione alla sollecitazione di flessione del gomito dovuta alla spasticità. Il modulo di potenza è disponibile in 4 diverse taglie (fig.2 pag.100): una pediatrica e tre per l’adulto, a seconda del momento estensorio necessario a contrastare la potenza del muscolo o del gruppo di muscoli da trattare. Inoltre, per ciascuna taglia, è possibile regolare il precarico della molla a spirale; in questo modo si ottiene una regolazione fine personalizzabile alle esigenze di ogni paziente che consente di dare una risposta estensoria proporzionata all’azione spastica.
L’ortesi è contenuta sugli arti da appositi cinturini a velcro collocati sulle singole valve.

Codici ISO

Il dispositivo è identificato con il seguente codice ISO:

06.06.15.021            Tutore di braccio e avambraccio
06.06.12.009           Estensione del tutore alla mano
06.06.30.115            Rivestimento per gomito
06.06.30.112             Rivestimento per polso
06.06.30.109           Rivestimento per mano
06.06.30.169           Articolazione laterale del gomito con arresto e sbloccaggio
06.06.30.163            Articolazione mediale del gomito a flesso estensione regolabile
06.06.30.163 (x2)  Articolazioni del polso a flesso estensione regolabile
06.06.30.124           Molla per articolazione

Per consentire la correzione progressiva dinamica è necessario aggiungere il seguente componente, parte integrante del dispositivo ortesico, non incluso nel nomenclatore tariffario (art. 1 comma 6 D.M. 332/99).
Extra tariffario x1: Modulo di potenza con assitenza alla flessione/estensione da applicare all’articolo cod. ISO 06.06.30.169

Questo dispositivo è adatto alle zone:

Contattaci per maggiori informazioni su "4A16 Tutore braccio – avambraccio – polso – mano libero al polso e alle dita e a correzione dinamica progressiva del gomito"