Indicazioni

La doccia gamba-piede di contenzione è indicata nel post-operatorio e durante la notte per mantenere la contenzione e correzione conseguita durante il giorno con una qualsiasi ortesi per la deambulazione descritta in questo manuale.

Caratteristiche tecniche

La doccia gamba-piede di contenzione viene costruita rilevando l’impronta in gesso negativo-positivo in posizione di decubito prono ed è importante disporre il piede in posizione neutra, senza varismo o adduzione dell’avampiede portando il ginocchio in flessione così da poter sfruttare la massima riduzione dell’equinismo fino a un massimo di 90-95°.
Effettuata la stilizzazione in gesso, viene applicato uno strato di plastazote dello spessore di 3 millimetri per l’isolamento o di 5 millimetri per l’imbottitura che rende la doccia più confortevole a contatto con l’epidermide del paziente.
Successivamente si procede alla costruzione dell’ortesi termoformando sul positivo il polietilene di colore bianco o multicolor dello spessore di 3 o 4 millimetri.
La doccia è contenuta sulla gamba da una pelotta tibiale, coadiuvata da una allacciatura sul collo del piede che può essere applicata con un tiraggio dal lato esterno verso l’interno per la contenzione del piede varo, e dall’interno verso l’esterno per piede valgo e un cinturino applicato a ponte sull’avampiede.

Codici ISO

Il dispositivo è identificato con i seguenti codici ISO:

06.12.06.003             Doccia, gamba-piede di contenzione
06.12.18.127               Rivestimento internoDelle alette stabilizzanti potranno essere aggiunte per evitare rotazioni esterne o interne degli arti inferiori: aletta di posizionamento intrarotante o extrarotante  06.12.18.124

E’ possibile applicare anche i seguenti aggiuntivi:

06.12.18.106              Articolazione di adduzione abduzione dell’avampiede
06.12.18.109 (x2)     Articolazione tibio tarsica con molla di richiamo

Questo dispositivo è adatto alle zone:

Contattaci per maggiori informazioni su ""