8A5 Tutore gamba – piede a correzione progressiva dinamica

Indicazioni

E’ indicato nei casi di paralisi cerebrale infantile o lesioni traumatiche cerebrali in cui è necessario contrastare l’azione spastica del tricipite surale, quando la deformità in equino-varo del piede non è totalmente correggibile nemmeno posizionando la caviglia in massima flessione plantare. L’ortesi consente di limitare la progressione della deformità in equino varo del piede e di ridurre l’accorciamento del tricipite surale, ritardando l’intervento chirurgico di allungamento del tendine d’Achille. Il tutore può integrare la terapia botulinica e seguire il casting seriale.

Caratteristiche tecniche

Il tutore viene realizzato su calco in gesso negativo-positivo con il paziente in posizione di decubito prono e articolazione tibiotarsica in massima flessione plantare. Nel momento in cui il calco sta per solidificare, mantenendo la caviglia in flessione plantare, si cerca di ridurre al minimo la deformità del piede nel piano frontale e trasversale. Dopo la stilizzazione, sul positivo vengono applicate le imbottiture che rendono l’ortesi più confortevole tenendo conto che alcuni pazienti non hanno la sensibilità e sono quindi soggetti a decubiti.
Successivamente si procede alla termoformatura in materiale plastico di adeguato spessore e al montaggio delle aste e delle articolazioni malleolari. Sulla parte mediale viene montata un’articolazione libera a flesso estensione regolabile.
L’articolazione laterale ha un modulo di potenza che, grazie ad una molla a spirale, consente di dare una risposta elastica in opposizione alla sollecitazione di flessione plantare dovuta all’azione spastica del tricipite surale. Il modulo di potenza è disponibile in quattro diverse taglie, una pediatrica e tre per l’adulto, a seconda del momento flessorio necessario a contrastare la potenza del muscolo o del gruppo di muscoli da trattare. Inoltre, per ciascuna taglia è possibile regolare il precarico della molla a spirale; in questo modo si ottiene una regolazione fine personalizzabile alle esigenze di ogni paziente che consente di dare una risposta flessoria dorsale proporzionata all’azione spastica.
Sulla parte posteriore della valva podalica, al livello del calcagno, viene applicato uno snodo graduabile che, insieme alle articolazioni malleolari, consente di limitare progressivamente la deformità in equino varo e contestualmente contrastare dinamicamente la flessione plantare.
L’ortesi è contenuta sulla gamba da due cinturini tibiali, uno prossimale e l’altro distale, e da un cinturino sulla valva podalica all’altezza del mesopiede.

Codici ISO

Il dispositivo è identificato con i seguenti codici ISO:

06.12.06.012         Tutore gamba-piede a valva posteriore
06.12.18.214          Rivestimento interno
06.12.18.202         Articolazione malleolare laterale con limitatore della flesso-estensione
06.12.18.202         Articolazione malleolare mediale a flesso estensione regolabile
06.12.18.118          Settore di regolazione
06.12.18.196         Articolazione retrocalcaneare libera
06.12.18.229        Cuscinetto di contenzione

Per consentire la correzione progressiva dinamica è necessario aggiungere il seguente componente, parte integrante del dispositivo ortesico, non incluso nel nomenclatore tariffario (art. 1 comma 6 D.M. 332/99):

Extra tariffario x1          Modulo di potenza con assistenza alla flessione dorsale/plantare da applicare all’ articolazione cod. ISO 06.12.18.202 

Questo dispositivo è adatto alle zone:

Contattaci per maggiori informazioni su ""